Palestina & Israele: ogni momento sembra cruciale….

mcc43- filistinia  

Una partita ancora aperta

luisa morgantini                               di Luisa Morgantini

 

Israele è una società malata. Ne sono convinta ormai da diversi anni, osservandone i cambiamenti.

Le voci critiche interne ad Israele lo affermano con forza, e non solo Gideon Levy sulle pagine di Haaretz, ma anche personalità come David Grossman, oppure la docente universitaria e premio Sacharov del Parlamento Europeo, Nurit Peled, che in un suo saggio analizza severamente i libri di testo per le scuole israeliane evidenziando il razzismo verso la popolazione palestinese ed il militarismo che permea la società israeliana.

Persone che, come i giovani che si oppongono all’occupazione militare dei territori palestinesi e manifestano contro il muro e l’occupazione, sono considerate dalla maggioranza della popolazione israeliana dei traditori mentre sono invece la salvezza di Israele dal totale collasso morale.

Non ritengo si possa mettere in dubbio che la politica di occupazione militare, il furto delle terre, il tentativo di annullare l’identità e di dominare un altro popolo non ferisca solo il popolo oppresso, ma anche la società dominante. Il razzismo praticato contro il popolo palestinese non ha lasciato indenne la società israeliana, basta vedere le discriminazioni praticate nei confronti degli ebrei provenienti dall’Etiopia, le disparità tra ebrei askenaziti e sefarditi, i conflitti tra le diverse comunità religiose ortodosse…

Il melting pot che aveva caratterizzato i primi decenni della fondazione dello Stato d’Israele, le politiche di eguaglianza sociale, i kibbutz, sono stati sostituiti da un’economia e da politiche liberiste, introdotte dai primi governi di Netanyahu (non così diverse da quelle delle nostre società). Continue reading

Advertisements

Palestina alla Corte Penale dal Primo di Aprile contro Israele. Vedremo!

Si è dato un grande quanto fuggevole rilievo alla dichiarazione del Segretario delle Nazioni Unite che annuncia il “via libera” per la Palestina alla Corte Penale Internazionale. Occorre leggere attentamente il sibillino comunicato della Corte…

Ban Ki-moon e il Primo Aprile di Palestina e Israele.

 

West Bank palestinians israel
I soldati israeliani arrestano un uomo palestinese che che protesta contro le violenze dei coloni – Villaggio Al Manatir- West Bank

 

viaBan Ki-moon e il Primo Aprile di Palestina e Israele.