Shlomo Sand su Israele: se è “stato ebraico” non è democratico

mcc43

da

Shlomo Sand on his new book, How I Stopped Being a Jew

link -english article

Shlomo Sand Poiché lo Stato di Israele si dichiara come Stato ebraico, essere Ebreo in Israele è essere una persona privilegiata. Per fare un esempio, se la Gran Bretagna dichiarasse di non essere uno stato di tutti gli inglesi, ma solo degli inglesi cristiani,  essere una persona inglese  e cristiana sarebbe un privilegio. Ci sono un sacco di cittadini che non sono ebrei, e non possono diventarlo. questa è una buona ragione per non considerarmi più in Israele come un Ebreo “.

Eppure, nonostante la sua natura selettiva Israele è spesso presentata come l’unica democrazia in Medio Oriente. Sand sostiene che una cultura politica liberale esiste all’interno di Israele – il fatto che il suo libro  How I Stopped Being a Jew è stato pubblicato lì, ed è diventato un best-seller, ne è la prova. Ma una vera democrazia, non è. Israele non sta cercando il bene dei suoi cittadini, afferma Sand, ma benefici per gli ebrei in tutto il mondo.

Non sono solo i suoi allievi arabo-israeliani a essere cittadini di uno Stato che non appartiene a loro, i Palestinesi nei Territori palestinesi occupati vivono senza diritti politici e civili, dice Sand. “Non sono 47 giorni o settimane o mesi  Sono 47 anni E’ un periodo storico -.. Israele non può essere definita come una democrazia quando mantiene una popolazione senza diritti fondamentali …  La Tunisia può forse diventare la prima democrazia stabile in Medio Oriente . Forse. “

Israele potrebbe iniziare definendo se stesso come uno Stato israeliano, piuttosto che uno stato ebraico, dice Sand, o anche come una repubblica o una monarchia.

Per quanto riguarda i piani a lungo termine per il paese, Sand spiega che “moralmente” preferisce la soluzione di Uno Stato. “Viviamo troppo vicino con i Palestinesi per vivere completamente separati. Non è possibile. Ma politicamente, quando sto pensando a un progetto politico che può progredire in Medio Oriente, non credo nella soluzione di un unico stato. La società ebrea israeliana è una società molto razzista. Diventare  improvvisamente una minoranza nel proprio stato..  non credo che sia possibile. “

Advertisements

#GazaNamesProject by Jewish Voice for Peace

mcc43- filistinia  

Le Vittime hanno nomi.
Le Vittime non sono numeri.
I numeri rivelano soltanto: è genocidio!

Victimes have names,
Victims are not numbers.
Numbers only show: it is a genocide!

 

Eminenti personalità, Ebrei, Palestinesi e altri , sostengono la Palestina in questo video con Jonathan Demme, Gloria Steinem, Tony Kushner, Diana Buttu, Chuck D, Eve Ensler, Brian Eno, Roger Waters, Mira Nair, Wallace Shawn, Naomi Klein, Mira Nair, Raj Patel, Noura Erekat e molti altri.
Per saperne di più, visitare freedom4palestine.org, JewishVoiceforPeace.org

Prominent Jews and Palestinians and others stand for Palestine in this heartbreaking video with Jonathan Demme, Gloria Steinem, Tony Kushner, Diana Buttu, Chuck D, Eve Ensler, Brian Eno, Roger Waters, Mira Nair, Wallace Shawn, Naomi Klein, Mira Nair, Raj Patel, Noura Erakat and many others. To learn more or take action, visit freedom4palestine.org, JewishVoiceforPeace.org

 

Google+