I Profughi Palestinesi : geografia di una dispersione

mcc43- filistinia                                                                                                                                         Google+

Ita-En

donna palestineseIn modo confuso, ma pervicacemente applicato, l’Onu ha reso i Palestinesi una diaspora d’eccezione nella galassia mondiale dei rifugiati. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, UNHCR fondato il 14 dicembre 1950, è preposto alla tutela dei diritti di tutti i rifugiati del mondo,  tranne che dei Palestinesi.
Non esiste alcun ente internazionale che abbia il compito istituzionale di difendere i Diritti dei Palestinesi.

In a confused way, but stubbornly applied, the UN has made the Palestinians a diaspora that is an exception in the galaxy of refugees . The United Nations High Commissioner for Refugees, UNHCR founded December 14, 1950, is responsible for protecting the rights of all refugees in the world, except that of the Palestinians.
There is no international body that has the institutional task of defending the rights of the Palestinians.

 

Argomenti:

Specificità del rifugismo palestinese e manovre ONU/

Numeri e segmentazioni del popolo Palestinese/

Profughi in Libano e diritti inesistenti/

Prossimo incontro con i Palestinesi del Libano

continua a leggere 

 

Topics :

Specificity of Palestinian diaspora and UN operations /

Numbers and segmentations of the Palestinian people /

Refugees in Lebanon and rights that does not exist /

Next meeting with the Palestinians in Lebanon

 

read more with Google translator…  [sorry for some unavoidable inaccuracies ]

Advertisements

L’ONU alla Corte Penale Internazionale: Occupatevi dei diritti dei Palestinesi violati da Israele

mcc43                                                                                                           Google+

GINEVRA (21 marzo 2014) – Il Relatore speciale delle Nazioni Unite per la Palestina occupata, Richard Falk, ha chiesto oggi di una valutazione da parte della Corte Internazionale di Giustizia (ICJ) sullo status giuridico della prolungata occupazione israeliana della Palestina, e le accuse delle caratteristiche giuridicamente inaccettabili inaccettabili di ‘colonialismo‘, ‘apartheid‘ e ‘pulizia etnica ».

Misure speciali devono essere adottate per garantire che i diritti umani del popolo palestinese siano protetti e che venga stabilito lo stato di diritto di un’occupazione che dura ormai da più di 45 anni”, ha detto Falk, che è stato per sei anni esperto indipendente incaricato dal Consiglio dei diritti umani  per monitorare e riferire sulla situazione dei diritti umani nei territori palestinesi occupati dal 1967.

Continua a leggere testo inglese 

***

La Corte Penale Internazionale è già in possesso degli atti del processo celebrato l’anno scorso al Tribunale Internazionale di Kuala Lumpur.

La ricostruzione e il verdetto in

KLWCT sentenzia: Israele e Yaron colpevoli

NOVEMBRE 25, 2013

ONU: 2014 ANNO INTERNAZIONALE DI SOLIDARIETA’ CON IL POPOLO PALESTINESE

mcc43

Qualcosa sta cambiando per il popolo Palestinese. E’ il mattino di un diverso futuro che già si intravede nonostante la reticenza dei media, la preferenza per il sensazionalismo del conflitto e una generale inerzia che non compone i dati nuovi in un quadro complessivo.
Nel novembre 2012 la Palestina è stata accolta in qualità di Osservatore Onu  e Membro dell’Unesco. Un fatto storico, certamente, ma descritto in genere come vittoria morale più che come fondamento dei cambiamenti reali che già si stanno accumulando.

Voto per Palestina all'Onu
La Palestina accolta all’ONU

A un anno da quella standing ovation per Abu Mazen, un piccolo gruppo di privati cittadini palestinesi ha ottenuto dal Kuala Lumpur War Crime Tribunal la condanna di Israele per genocidio e crimini contro l’umanità. Continue reading