Walid Khalidi: è trascorso un secolo dalla Dichiarazione Balfour

mcc43- filistinia                                                                                                                                         Google+

Palestina e Studi sulla Palestina a un secolo dalla Prima Guerra Mondiale e dalla Dichiarazione Balfour

 

Walid Khalidi وليد الخالدي 
Tradotto da  Francesco Giannatiempo
Editato da  Fausto Giudice Фаусто Джудиче فاوستو جيوديشي

 

Centro per gli Studi sulla Palestina, SOAS, Università di Londra
Prima conferenza annuale, 6 marzo 2014

Il famoso storico palestinese, professor Walid Khalidi, fondatore e direttore dell’Istituto per gli Studi sulla Palestina (Beirut e Washington), ha tenuto il 6 Marzo  una conferenza su ‘Palestina e Studi sulla Palestina a un secolo dalla Prima Guerra Mondiale e dalla Dichiarazione di Balfour’ a un folto pubblico che comprendeva due ambasciatori arabi e diversi giornalisti alla SOAS (Scuola di Studi Orientali e Africani), Università di Londra.

2 novembre 1917 la Dichiarazione Balfour,

Testo Dichiarazione Balfour

“Le quattro grandi potenze si sono impegnate con il Sionismo e il Sionismo, giusto o sbagliato, bene o male che sia, è radicato in una tradizione secolare, in esigenze attuali e future speranze che hanno una portata più vasta e profonda dei desideri e dei pregiudizi dei 700.000 arabi che ora abitano quella terra antica”.
.
 L’espressione “Questione palestinese” è una maniera di designare in forma abbreviata la genesi, l’evoluzione e le conseguenze negative della colonizzazione sionista della Palestina – iniziata negli anni 1880 e che continua tutt’ora.
.
LO STESSO ANNO DI UN SECOLO FA, la Prima Guerra Mondiale diede la stura alla catena di eventi che portarono alla Dichiarazione di Balfour. Dal momento in cui venne emanata nel 1917, erano passati quasi 40 anni dall’inizio della colonizzazione sionista e 20 dal primo Congresso sionista a Basilea. Malgrado il fervore dei primi coloni, il movimento delle masse di ebrei che scappavano dal regno zarista non avvenne a sud verso il levante, ma verso ovest attraverso l’Europa diretti alle sponde magnetiche del Nord America. Un rivolo arrivò in Palestina, mentre un fiume ondeggiò attraverso l’Atlantico.
.
LA MAGGIOR PARTE delle autorità rabbiniche attraverso tutta la Diaspora erano ostili al sionismo perché ostacolava il Messia ebreo, mentre le borghesie ebraiche europea e americana erano imbarazzate dal sionismo e temevano di essere accusate di doppia lealtà dai gentili.
.
TUTTO CIÒ CAMBIÒ quando la Gran Bretagna diede la sua benedizione all’iniziativa sionista con la Dichiarazione Balfour. Non solo diede la propria benedizione, ma convenne nel trasformare questa dichiarazione unilaterale in un obbligo auto-imposto garantito dalle leggi internazionali del sistema del Mandato della Lega delle Nazioni fondato di recente.

continua a leggere alla fonte

Advertisements